sabato 19 gennaio 2013

Pane del profeta Ezechiele

"Prendi grano, orzo, fave, lenticchie, miglio e farro, mettili in un recipiente e fattene del pane..." (Ezechiele 4,9) Il profeta Ezechiele doveva affrontare un lungo periodo di digiuno a pane e acqua a causa dei peccati di Israele e di Giuda;  Dio gli fornisce la ricetta di un pane nutrizionalmente completo che lo avrebbe sostenuto, ricetta che nella Bibbia abbiamo letto tante volte, ma che non avrei mai pensato di poter riprodurre sino a qualche tempo fa quando ho trovato questo pane tradotto in realtà da Padre Ambrogio
Il "Braccio destro" ed io non ci siamo certo sottratti alla prova ed abbiamo sfornato anche noi il pane di biblica memoria utilizzando come base l'impasto n. 3 della Cuochina nella cui madia lo riponiamo con gioia.
Padre Ambrogio spiega che si può usare qualsiasi farina di cereali o legumi purchè si rispetti la proporzione corretta: una parte di farina di cereali e una parte di farina di legumi. 
A questo scopo abbiamo aumentato gli ingredienti dell'impasto base di un mezzo.

Ingredienti:
  • 210 g di farina 0 noi 315 g così suddivisi: 
  • 105 g Manitoba bio  
  • 45 g di farina d'Orzo bio 
  • 60 g di farina di Farro bio 
  • 105 g di farina di Ceci bio 
  • 90 g di licoli noi 135 g di licoluva
  • 105 g di acqua noi 158 g di acqua
  • sale noi 6 g di sale Mothia
  • abbiamo aggiunto un cucchiaino di malto d'Orzo bio e un poco di olio evo
Procedimento:
Nella planetaria abbiamo inserito licoluva, il malto, l'acqua ed iniziato ad impastare unendo gradatamente le farine. Abbiamo incorporiamo l'olio, il sale e rovesciato l'impasto sul tavolo da lavoro infarinato, fatto un giro di pieghe e formato una palla che abbiamo messo a lievitare in un recipiente unto di olio. La mattina successiva l'impasto era raddoppiato lo abbiamo sgonfiato delicatamente, fatto un giro di pieghe, dato forma, spolverato con un poco di farina e riposto in un cestino foderato da carta forno, 
coperto e lasciato lievitare fino al raddoppio (a noi sono bastate 2 ore circa).
Lo abbiamo trasferito su una placca, incisa la superficie
ed infornato in forno già caldo a 250° per i primi 10 minuti abbassando a 200° per i successivi 20 minuti.
Sfornato lo abbiamo lasciato raffreddare e ci siamo tuffati nel passato gustando questo ottimo pane anche semplicemente con un goccio di olio extra vergine di oliva.
Buon appetito!



15 commenti:

  1. Molto nutriente e ben fatto il pane del profeta. Tu e il tuo braccio destro avete fatto proprio un bel lavoro. Buona domenica

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Bellissimo!!!! Questo è proprio da copiare di corsa!!!
    Che profumo che emana!! Lo sento sin qua da me
    Grazie a te ed a Braccio destro di questo bellissimo capolavoro.
    Avviso la Cuochina, appena si sveglia, di venire a prenderlo. Strano che non abbia sentito questo profumino :)
    Carpiato con avvitamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissimo davvero e... purtroppo non ho bussato in tempo alla porta della Cuochina, meno male che abbiamo una "fatina" che ci soccorre!
      Carpiato triplo e triplo grazie!!!

      Elimina
  3. Sono stata svegliata prestissimo da un intenso profumo di pane, ma non sapevo dove dirigermi :))
    Meno male che mi ha avvisato una cuochina, ed eccomi qua a rubarne alcune fette per la colazione ;-)
    Grazie carissimi, il pane intero l'ho riposto nella mia màdia :)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cuochina, meno male che la "fatina" ti ha avvisata!
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. bello queso pane e ci cimenteremo anche noi che ho ancora un po` di arina di ceci.....
    francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca,
      questo pane è particolare ma a noi è piaciuto molto soprattutto con le verdure, poi con le melanzane sott'olio di mia suocera napoletana doc non ti dico che meraviglia!
      Buona domenica!

      Elimina
  5. splendido, da rifare sicuramente, tutte quelle farine le adoro, il pane è più saporito...un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Praticamente un pane che diventa un piatto unico, carboidrati e proteine insieme...geniale!

    RispondiElimina
  7. E nelle radici ci sta tutto quello di cui uno ha bisogno. Anche nel corpo.

    RispondiElimina
  8. Buon week end...chissà che ci preparerai di buono....aspetto le tue ricettine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Artù, buon fine settimana anche a te!

      Elimina